Aspettando Godot – di S. Beckett

VLADIMIRO – quando si cerca, si sente.

……

ESTRAGONE – siamo venuti troppo presto

VLADIMIRO – e sempre al cader della notte.

ESTRAGONE – ma la notte non cade

VLADIMIRO – cadrà tutto a un tratto,come ieri.

ESTRAGONE – e poi sarà notte.

………….

VLADIMIRO – una cosa è certa, però: il tempo è lungo, in queste condizioni, e ci spinge a popolarlo di movimenti, che, come dire, che possono a prima vista sembrare ragionevoli, ma ai quali non siamo abituati. Tu mi dirai che è per impedire alla ns ragione di colare a picco. D’accordo. Ma non sta già forse vagolando nella notte assoluta dei grandi abissi, è questo che mi chiedo talvolta. Mi segui?

……………..

 

VLADIMIRO – …abbiamo il tempo d’invecchiare. L’aria risuona nelle nostre grida. Ma l’abitudine è una grande sordina.

………….

ESTRAGONE – e se provassimo a lasciarci? Forse le cose andrebbero meglio.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...